top of page
  • Immagine del redattoreVilla Fiorenzani

Chianti



Pronti per scoprire uno tra i territori più belli del mondo?

Il Chianti vi attende con i suoi affascinanti borghi!

Posizionato a cavallo fra le province di Firenze, Siena e Arezzo, il Chianti è un’incantevole zona collinare caratterizzata da un territorio particolarmente ricco dal punto di vista naturalistico ed enogastronomico, ma di eccezionale interesse anche sotto il profilo storico-artistico.

Questa suggestiva area della Toscana, oltre ad essere famosa per i suoi caratteristici paesaggi collinari e per la produzione di uno dei vini più celebri e pregiati al mondo, è una terra ricca di storia e cultura, che si distingue per la presenza di pittoreschi borghi e luoghi storici tra i più belli d’Italia.


Il Chianti è davvero una tappa obbligata per chi cerca una vera esperienza toscana.

Scopriamo assieme cosa vedere in questo angolo affascinante della Toscana!


Greve in chianti

Considerata la porta d’ingresso del Chianti per la sua strategica posizione a metà strada tra Firenze e Siena, Greve in Chianti è un pittoresco paese circondato da vigneti e alberi di ulivo che trova nell’antica Piazza Matteotti il suo cuore pulsante. Delimitata da palazzi, portici e loggiati, questa piazza dalla caratteristica forma a imbuto è animata da negozi di souvenir, enoteche e ristoranti che servono le specialità della cucina locale.

Il paese è ricco di chiese e di pievi di notevoli interesse, tra le quali si segnala la Chiesa di Santa Croce, dove si conservano numerose opere di pregio. Poco distante dal centro, si erge su di un colle il borgo fortificato di Montefioralle, frazione di Greve in Chianti. Inserito a pieno titolo nel circuito dei “Borghi più belli d’Italia“, è un piccolo gioiello medievale.

 


Radda in chianti

Posto sulla cima del colle che divide le valli di Arbia e Pesa, Radda in Chianti è il più piccolo dei comuni del Chianti. Ha origini antichissime, come attestano i reperti archeologici rinvenuti nell’area di Poggio la Croce, riferibili alla fine dell’età del bronzo. Il paese, che conserva intatta la sua magica atmosfera medievale, è racchiuso all’interno delle antiche mura cittadine, di cui oggi rimangono brevi tratti e alcune torri.

Da vedere sono: il Palazzo del Podestà, risalente al XV secolo; la Propositura di San Nicolò, con la sua facciata in stile neogotico; e la Ghiacciaia Granducale, eretta verso la fine del XIX secolo per lo stoccaggio del ghiaccio.

Da non perdere poi la frazione di Volpaia, splendido borgo fortificato d’origine medioevale impreziosito da una meravigliosa cornice di vigneti.

 

Gaiole in chianti

Un’altra tappa obbligata è rappresentata da Gaiole in Chianti, paese che ancora oggi conserva la tipica struttura urbana medievale. Posizionato a metà strada tra il Chianti e il Valdarno, ha sempre giocato un ruolo importante come “città mercato” per le località vicine. Il territorio di Gaiole si distingue per la presenza di antichi pievi, tra le quali si segnalano: la Pieve di San Polo in Rosso a Poggio San Polo, la cui costruzione risale al XII secolo; e la pieve di Santa Maria a Spaltenna, risalente all’inizio del X secolo, nota per la Leggenda del Crocifisso.

Dal paese è possibile partire alla scoperta di suggestivi castelli sparsi lungo la Strada dei Castelli del Chianti, tra i quali spiccano l’imponente Castello di Brolio, di origine longobarda, e il Castello di Meleto, tipico esempio di fattoria fortificata.

 

Castellina in chianti

Posizionato sulla cima di un colle che sovrasta vigneti, uliveti e boschi, Castellina in Chianti è un interessante centro medievale le cui origini risalgono al periodo etrusco, come testimoniato dai numerosi reperti rinvenuti nell’area, in particolare la necropoli del Poggino nei pressi della frazione di Fonterutoli e l’imponente tumulo di Monte Calvario, risalenti al VII-VI secolo a.C. Nel XV secolo Castellina fu dominio fiorentino: restano di quel periodo la Rocca con la sua maestosa torre, che offre una spettacolare vista sul paesaggio circostante, e parti della antiche Mura con il camminamento seminterrato, l’attuale Via delle Volte.

All’interno della Rocca medievale è allestito il Museo Archeologico del Chianti Senese, che racconta la storia antica del Chianti attraverso materiali e dati archeologici.

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Radicondoli

Comments


bottom of page